Ecco, dirà qualcuno, adesso il Bucciano FotoDiarioFestival ci tiene così tanto alla nostra città, che se n’è inventata una davvero grossa: gli angeli a San Miniato. Sai che attrattiva per i turisti! E alla festa del tartufo, invece dell’estemporanea di fotografia, tutti a caccia di questi famigerati angeli…
E invece la questione è ben più semplice e reale. Non saranno come gli angeli di Win Wenders, romantici osservatori della realtà, e di sicuro nemmeno come quel John Travolta fumatore appesantito e sciupafemmine, ma tanto carino, di Michael. Tuttavia questi sono i nostri angeli, quelli di San Miniato, quelli che 24 ore su 24 stemperano le nostre paure e corrono nel momento del bisogno.
Sono tanti, forse non abbastanza per il compito difficile che si sono presi, e vi posso assicurare che essere lì, assistere alla fotografia è stato emozionante: tutte quelle persone hanno le ali e sbattono per noi.

Come sempre, il manifesto 6×3 è visibile sotto i chiostri a San Miniato.

Ma per capire quanto la Misericordia, i donatori del sangue e la protezione civile riescano a far breccia nel cuore dei Samminiatesi, ecco cos’è successo dopo che con tutta la mia famiglia ho assistito allo scatto: siamo tornati a casa e Margherita (mia figlia di 5 anni) è corsa a fare un disegno. Questa è la sua personale versione del 6×3:

Annunci