uno_che_vola

Per il concorso indetto dall’Empovaldo, ho presentato un punto di vista da samminiatese sull’antico poema di Neri, dove si sarebbero visti addirittura asini volare se gli Empolesi avessero espugnato il castello di San Miniato.
Ma è soltanto uno spunto.
Un asino che vola è qualcosa a cui nessuno crede. E se ci crede, gli altri ridono.
“UNO che vola” è anche uno diverso. Che ha il coraggio di esserlo o che ci si ritrova. E spesso uno diverso viene accolto con violenza.
Insomma, con questa illustrazione parto da un messaggio locale e arrivo a un messaggio universale.
Perché uno che vola, che osa farlo, che sia per sbaglio, per un difetto o per scommessa, è sempre un passo avanti.
Anzi, un passo più su.

Annunci