Cerca

UnaGrafica

Grafica Scrittura Illustrazione

Categoria

Portfolio

Uno che vola

uno_che_vola

Per il concorso indetto dall’Empovaldo, ho presentato un punto di vista da samminiatese sull’antico poema di Neri, dove si sarebbero visti addirittura asini volare se gli Empolesi avessero espugnato il castello di San Miniato.
Ma è soltanto uno spunto.
Un asino che vola è qualcosa a cui nessuno crede. E se ci crede, gli altri ridono.
“UNO che vola” è anche uno diverso. Che ha il coraggio di esserlo o che ci si ritrova. E spesso uno diverso viene accolto con violenza.
Insomma, con questa illustrazione parto da un messaggio locale e arrivo a un messaggio universale.
Perché uno che vola, che osa farlo, che sia per sbaglio, per un difetto o per scommessa, è sempre un passo avanti.
Anzi, un passo più su.

Cinque ingredienti per una favola

La nascita di una storia è un evento che accade in tante maniere. Può essere una rivelazione improvvisa, il frutto di osservazioni e studi, oppure scaturire da una conversazione, da un incontro o da un gesto insolito.
Con queste cinque illustrazioni vi racconto come sono arrivata a scrivere “Otid del paese degli Otid”, la favola pubblicata su ilmiolibro.it a questo indirizzo che partecipa al concorso “Il mio esordio”.01-otid02030405

Il destino di Tappino

Immaginiamo di trovare il tappo di una bottiglia per terra. Proprio ad un passo dai bidoni dell’immondizia.

il tappino

Che fare? Un tempo forse non ci sarebbero state esitazioni, ma nell’epoca attuale, quella dell’obiettivo “rifiuti zero”, i dubbi ci sono eccome. E scommetto che passando di lì dieci persone diverse, ci sarebbero dieci reazioni diverse, dieci modi di affrontare la situazione.

Sulla scia di Storia di Tappino, il libro illustrato con cui ho vinto il primo premio della sezione Fiabe del concorso Fiction&Comics, ho immaginato dieci vignette in cui vengono illustrati alcuni comportamenti dell’uomo contemporaneo nei confronti della raccolta differenziata.

Cartoline per le feste!

Ecco fatto. Il mio lavoro con le illustrazioni per le cartoline Shalom adesso è completo.
Se cercate un regalo davvero speciale, lo trovate qui.

Le eco-mamme si… differenziano

MAMMA ECO no scritte

Se mi volessi vestire un po’ più da femmina dovrei portarmi dietro un carrettino con i bidoncini della differenziata in miniatura. Sì perché quando siamo fuori casa e loro mangiano e bevono, sanno che la confezione non devono assolutamente buttarla in terra (anche se il terreno è disseminato di spazzatura come se potesse prima o poi germogliare) e così se non trovano un cestino a portata di mano (o se i cestini sono insufficienti e già pieni) la consegnano a me.
E allora io mi sento un po’ così: una mamma-differenziata.Vai a Storia di Tappino!

Babbo Natale o Rigiocattolo?

La risposta giusta non c’è, naturalmente. Ma forse, partecipando al Rigiocattolo, ovvero a questo gioco che Ilaria Gallo ha voluto portare in piazza a Cigoli per il prossimo 13 dicembre, faremo più contento anche Babbo Natale. Ma prima di questo, ho la certezza che i piccoli partecipanti avranno una grande occasione: quella di capire che una cosa tua, ad un certo punto, può diventare di un altro, perché se resta tua il suo triste destino sarà il NON USO o addirittura l’immondizia.

E così il 13 dicembre 2015 a Cigoli si inaugura il Primo Mercatino di Natale, allestimento di stand con regalini (e regaloni) artigianali da acquistare, cibo, musica di zampognari, giochi. Tutto come una festa che festeggia il magico gioco del riciclo, del DONO DELLA SECONDA VITA: il Rigiocattolo.

Il Comune di San Miniato ha dato il proprio patrocinio alla festa e tutti i bambini delle scuole dell’Infanzia e Primaria del Comune riceveranno un volantino come questo, con tutte le istruzioni per partecipare al gioco.

La mia parte di creativa è stata quella di dare un volto al gioco e a questa nuovissima festa del nostro territorio.

Bambini, rispolverate i vostri vecchi giocattoli e preparatevi a giocare al Rigiocattolo di Cigoli!

Qualcosa in comune nel mondo

Qualcosa in comune nel mondo_illustrazione_bassa

Non so come ragiona la mia mente. So soltanto che fagocita, sintetizza e si esprime.
Ci ha messo un giorno per esprimere la Parigi del 13 Novembre.
E come sempre è stata troppo romantica.

Le cartoline solidali per Shalom

Una bella idea quella delle cartoline solidali del Movimento Shalom. Ci sono tante occasioni in cui, al posto di regali costosi e spesso superflui, possiamo scegliere di donare a chi ha davvero bisogno. I progetti del Movimento Shalom sono tanti in tutto il mondo, tutti meritevoli. Il meccanismo delle cartoline è semplice e simpatico: tu doni al Movimento Shalom e spedisci la cartolina alla persona a cui volevi fare un regalo. E così il regalo diventa davvero grande.
Il mio lavoro è stato quello di illustrare le occasioni. Queste sono le prime. Presto ne presenteremo altre come Pasqua, festa del babbo e della mamma, San Valentino…
Questo il link per inviare le cartoline.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: