Le Cantine Montalbano sono una Società Cooperativa Agricola (nota, ai più, come Cantina Sociale) che si trova al Terrafino, una zona periferica e ben accessibile di Empoli (Firenze). L’azienda è nata nel 1960 ed è strettamente legata al nostro territorio, ricevendo e lavorando le uve di circa 300 piccoli e medi soci-produttori dei dintorni.
La maggior parte della produzione è destinata al vino sfuso per la vendita diretta a imbottigliatori e per la vendita diretta nel punto vendita in cantina ad una clientela molto affezionata, tanto che, di recente, il punto vendita è stato quasi completamente rinnovato con l’aiuto di un amico architetto e adesso si presenta come un accogliente mix di design e tradizione.
In fondo questa apparenza rispecchia perfettamente lo spirito della Cantina che, da un lato resta legata alla tradizione come qualunque consumatore può aspettarsi da un vino dei nostri territori; dall’altro guarda al futuro, utilizza tecnologie all’avanguardia, lavora per una crescita continua. Tanto che negli ultimi anni ha iniziato a imbottigliare una parte dei propri vini e adesso, sugli scaffali del punto vendita, si può già ammirare un’ampia gamma di bianchi, rossi, rosati e vin santo.
Però, secondo me, il particolare più apprezzato di quest’azienda, non è tanto il vino buono, o i prezzi concorrenziali che soltanto una cantina sociale può fare: quello che dà gioia e soddisfazione quando si va alle Cantine Montalbano, è proprio questa loro capacità naturale di accogliere. Come se fossero una grande famiglia e tu che entri là dentro per la prima volta, facessi davvero già parte di loro.

Che cosa c’entro io con Le Cantine Montalbano?
Qualche anno fa ho avuto la fortuna di progettare l’etichetta del novello, Fior d’Autunno, e da allora, praticamente, non ho mai smesso di frequentare la cantina.
Dopo l’etichetta ho rivisitato l’immagine ormai vecchia e non più adatta e ho progettato la brochure con alcuni dei loro vini in bottiglia.


In seguito ho progettato altre etichette, i bag-in-box del rosso e del bianco, le bandiere che accolgono i visitatori in cantina e il sito web, che è stato pubblicato recentemente.

La qualità di tutta l’immagine è stata possibile soprattutto grazie alle splendide fotografie di Nicola Cioni, un architetto e noto artista di Fucecchio, con il quale collaboro da anni.

Annunci